The city of ghosts – Recensione

Buon mercoledì a voi tutti. Oggi vi parlo di un libricino che ho letto qualche settimana fa, The city of ghosts. La lettura è andata abbastanza veloce non essendo particolarmente grande. Tra le cose che ho adorato di questo libro, da amante dei libri è stata la rilegatura (versione cartacea flessibile), la qualità della carta leggermente ingiallita e ruvida, e lo spessore della carta. In effetti, il layout delle pagine era diverso dal solito. I margini erano ristretti e il carattere utilizzato era più grande del solito. The city of ghosts è stato pubblicato qualche mese fa da V. E. Schwab famosa scrittrice di Magic.

The city of ghosts è il primo libro di una duologia. La pubblicazione del secondo libro, Tunnel of bones, è prevista per il 5 settembre 2019.

TITOLO: The city of ghosts
AUTRICE: V. E. Schwab
GENERE: Young adult / FANTASY
EDITORE: Scholastic
PAGINE: 272
PREZZO: COPERTINA rigida: 13,46€ – Copertina flessibile 7,74€ – LINK AFFILIAZIONE AMAZON
TRAMA:

I genitori di Cassidy Blake sono ‘The Inspecters’, una squadra che caccia ai fantasmi. Al contrario dei suoi genitori, Cass può veramente vedere i fantasmi. Il suo migliore amico, Jacob, è uno di questi.  

Quando gli ispettori si dirigono verso la città che più di tutte è abitata da tantissimi spiriti, Edimburgo, in Scozia, per il loro nuovo programma televisivo, Cass va con i suoi genitori così come Jacob. In Scozia, Cass è circondato da fantasmi, non tutti amichevoli. Poi incontra Lara, anche lei può vedere i morti. Ma Lara dice a Cassidy che quelle come loro chiamati ‘In-betweener’, hanno un compito ben preciso, quello di spedire i fantasmi definitivamente oltre il Velo. Cass non è sicura di questa nuova missione, ma sa che il sinistro Red Raven che infesta la città non appartiene al suo mondo. I poteri di Cassidy la attireranno in una lotta epica che si estende attraverso i mondi dei vivi e dei morti, al fine di salvarsi.

COSA NE PENSO?

Mi dispiace dirlo, ma a me non è piaciuto affatto. Non so se questo c’entri con il fatto che questo libro è diretto ad un pubblico giovane. Molti lo hanno adorato, ma in questo libro ci sono alcuni aspetti che non mi sono piaciuti affatto ed altri penso che manchino.

Purtroppo, io ho un problema di fondo con questo libro. E’ il secondo libro della scrittrice V.E. Schwab amata da tantissimi, forse da tutti eccetto me. Con questo non intendo che la Schwab mi stia antipatica, anzi. Il mio vero problema è il suo modo di scrivere, non riesce a prendermi, intrappolarmi e avvolgermi. In questo libro non ho sentito ne azione, ne una trama solida, ecc. Avrei preferito che Cassidy and Jacob fossero più avventurosi. Ok, passare attraverso il Velo lo è in parte, ma una volta dall’altra parte è come se mancasse qualcosa per me.

Ho avuto lo stesso problema anche con il primo libro che ho letto della Schwab, Magic, il primo libro della trilogia Shades of Magic. Anche in questo caso ho riscontrato lo stesso problema. Almeno The city of ghosts l’ho finito di leggere, cioè me lo sono imposto. Magic l’ho abbandonato a metà. Per Magic il problema principale è che la trama mi piaceva tantissimo, e il fatto della divisione in 4 diverse Londra e tutta l’ambientazione mi attiravano parecchio. Ma non c’è stato nulla che ha fatto scattare in me un qualcosa, che mi portasse alla fine del libro.

Al contrario The city of ghosts, mi è capito tra le mani. Non era previsto da leggere, ma ho voluto dare un’altra possibilità alla Schwab. Con questo non voglio dire che non leggerò mai più i suoi libri, ma sicuramente che non sarà tra le mie autrici preferite.

Come dicevo prima, ci sono diversi aspetti che spiegano il motivo per cui non mi è piaciuto The city of ghosts. Il primo motivo è la storia in se, non mi ha davvero impressionato e mi sono annoiata molto durante la lettura. Ovviamente in tutta la storia c’è stata azione, ma non l’azione che mi aspettavo!! Solo l’ultima parte era un po’ più dinamica con qualche azione degna di nota. L’altro motivo è la copertina, sono stata tratta completamente in inganno dalla copertina. Non mi sembra che la copertina rispecchi la storia. 

Se avessi dovuto immaginare una storia in base alla copertina, avrei pensato che Cassidy fosse un fantasma che vagava per il mondo insieme al suo gatto, morto in circostanze misteriose insieme a lei. 

L’unico aspetto che mi è piaciuto di questo libro oltre alla rilegatura, è il modo in cui V.E. Schwab ha descritto le persone, i sentimenti e gli ambienti. Sentivo di essere lì con Cassidy e Jacob, e non vedo l’ora di visitare Edimburgo! Sfortunatamente, la storia non mi ha catturato ed è per questo che valuto solo con due stelle il libro su Goodreads.

Lo avete letto? A voi è piaciuto?

Alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.